Natural Bridge Springbrook National Park

Springbrook, Lamington e Tamborine National Park

Tre meraviglie green a poca distanza dalle spiagge della Gold Coast

  • Hikings 🥾
  • Waterfalls 🌊
  • Forest 🌳
  • Wildlife (Glow Worms) 🐛
  • Wildlife 🦘

L’hinterland della Gold Coast è una vasta distesa verde che si estende dalla parte Sud di Brisbane fino al confine con il New South Wales; a Nord troviamo il Tamborine National Park, distante circa 45kms dalla capitale del Queensland, mentre la sezione meridionale è delimitata dai due grandi parchi nazionali di Springbrook e Lamington, che sono praticamente adiacenti l’uno con l’altro. Tutte e tre le aree sono caratterizzate da cascate, bushwalks, sezioni di foresta pluviale, gole e dirupi, e meritano assolutamente una visita qualora decidiate di passare più di qualche giorno nella zona della Gold Coast.

Springbrook National Park

Consigliati: 1-2 giorni

Springbrook National Park si trova a circa 100kms da Brisbane, copre una superficie di più di 6500 ettari ed è considerato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. E’ costituito da un insieme di montagne e boschi che domina lo skyline a ovest della Gold Coast (lontana circa 50kms), con impressionanti paesaggi alternati da cascate, ruscelli, lookouts sulle vallate circostanti, foreste pluviali e alberi di eucalipto, nonché una wildlife in continuo movimento come wallabies, bandicoots, pipistrelli, rane, varie specie di uccelli ecc…

Moltissime sono le camminate e i panorami degni di nota in questo parco nazionale; tra gli spot principali annoveriamo Twin Falls, Purling Brook Falls, Natural Bridge (dove di notte è possibile osservare i glow-worms!), Warrie Circuit, Best of All Lookouts e Canyon Lookout.

Twin Falls

  • 4 kms
  • 1h 30 min (return)
  • Grado 3: medio

Il percorso per le Twin Falls può essere cominciato dal Tallanbana Picnic Area o dal Canyon Lookout (nonché come parte del Warrie Circuit) e può essere completato in entrambe le direzioni. Si tratta di una camminata di difficoltà medio-facile e della durata di circa un’oretta e mezza (return) che permette sia una vista dall’alto sulle cascate gemelle, sia una passeggiata alla base delle stesse, dove si trova anche una natural pool in cui, nei mesi più caldi dell’anno, è possibile rinfrescarsi.

Assolutamente consigliata dopo forti piogge o acquazzoni in modo che le cascate siano cariche di acqua e ancora più imponenti!

Purling Brook Falls

  • 4 kms
  • 1h 30min (return)
  • Grado 3: medio

La camminata per le Purling Brook Falls può essere effettuata in entrambe le direzioni, sebbene sia raccomandato seguire il track in senso orario, così da scendere i 450 gradini e risalire poi con un gradiente di pendenza più semplice. Mentre farsi il bagno nella piscinetta formata dalle cascate sia vietato per limitare l’impatto umano sulla wildlife acquatica, è possibile prendere una deviazione alla base delle stesse per il Warringa Pool Track, dove sarà possibile rinfrescarsi e nuotare in tranquillità.

Purling Brook Falls Springbrook National Park
Le Purling Brook Falls sono tra le mie cascate prefeite dello Springbrook National Park; spesso è possibile vedere un arcobaleno alla loro base, dove l’acqua crea incredibili giochi di luce.

Natural Bridge

  • 1 km
  • 30 min (return)
  • Grado 1: molto facile

Il Natural Bridge è forse la parte più caratteristica dello Springbrook National Park; si tratta di un ponte di roccia che dà su di una piccola grotta formata dall’erosione della cascata che sgorga al suo interno. Oltre alla particolare formazione rocciosa, il percorso per arrivare qui è disseminato di Pines Araucaria, una specie di conifere risalente all’Era Giurassica, circa 180 milioni di anni fa, che le rende una sorta di “piante dinosauro”, tra le più antiche del pianeta.

Se poi si aspetta la notte, la caverna del Natural Bridge lascia spazio allo spettacolo luminoso dei glow-worms (“vermi luminosi”), ovvero vari gruppi di larve d’insetto che brillano per bioluminescenza, tra cui anche le lucciole. I tanti puntini verde-blu sono visibili tutto l’anno, anche se durante i mesi estevi si ha il picco massimo d’attività di questi insetti.

Consiglio di arrivare al Natural Bridge verso l’ora del tramonto; col buio le pareti rocciose della caverna si illuminano di tanti puntini verde-blu, ovvero i glow-worms che abitano queste zone.

Warrie Circuit

  • 14-17 kms
  • 5 h (return)
  • Grado 4: medio-difficile

Si tratta di una bella camminata che attraversa tutta la vallata, incrociando una miriade di cascate e foreste pluviali; si parte dal top del canyon per poi arrivare alla base della foresta e di nuovo su. Il track viene considerato di media difficoltà, sebbene sia l’hiking più lungo del parco e bisogna quindi essere preparati evitando di iniziare a camminare troppo a ridosso del tramonto e della sera.

Best of All Lookouts e Canyon Lookout

  • 700 m
  • 30 min (return)
  • Grado 1: molto facile

Due tra i lookout migliori dello Springbrook National Park, con una vista mozzafiato sulle vallate circostanti e su alcune delle più belle cascate del parco. Per avere una visuale non ostruita cercate di scegliere giornate in cui il cielo sia limpido e non vi siano fumo o incendi nei dintorni, in quanto spesso sebbene sulla costa vi sia bel tempo a questa altezza è facile imbattersi in nuvole e foschie varie.

Lamington National Park

Consigliati: 1-2 giorni

Lamington National Park può essere considerato il “fratello minore” dello Springbrook, con cui confina ad Est, anche se questo appellativo potrebbe suonare riduttivo. Anch’esso si trova a circa un centinaio di chilometri da Brisbane e a circa 85kms dalla Gold Coast, e la sua parte meridionale attraversa il confine Queensland-New South Wales per poi gettarsi completamente nello Stato di Sydney.

Come lo Springbrook, Lamington National Park è rinomato per la sua natura incontaminata, foreste pluviali, alberi antichi, cascate, camminate e montagne, nonché per la sua wildlife; oltre ad ospitare una grande varietà di uccelli, alcuni dei quali considerati specie minacciate e a rischio, tra gli animali degni di nota troviamo anche il Lamington Spiny Crayfish, una sorta di aragosta dal colore verde-blu che abita i corsi d’acqua del parco nazionale.

Box Forest Circuit e Elabama Falls

Box Forest Circuit

  • 10.9 kms
  • 4 h (return)
  • Grado 3: medio

Elabama Falls

  • 7.1 kms
  • 2 h (return)
  • Grado 3: medio

Il Box Forest Circuit inizia all’O’Reilly Rainforest Retreat ed è un lungo hiking di quasi 11 kms. E’ consigliato intraprendere questo track in senso orario e permette di raggiungere diverse cascate, tra cui anche le Elabama. Si discende dapprima verso le Nugurin Falls, quindi verso le Darragumai Falls e dopo di ciò si attraversano vari ruscelli (spesso impassabili dopo una forte pioggia) per giungere ad una terza cascata, le Boxlog Falls. A questo punto è possibile raggiungere le Elabama Falls e Picnic Rock, per poi tornare direttamente sul circuito principale e quindi al parcheggio dell’O’Reilly.

Se invece si opta solamente per le Elabama Falls il tragitto è significativamente più corto e semplice (poco più di 7 kms); dopo una camminata di circa 45min si raggiunge il Picnic Rock, dove è possibile nuotare e concedersi un break o uno spuntino, prima di procedere fino alla base della cascata vera e propria. Le Elabama Falls sono tra gli spot più popolari del Lamington National Park, per cui soprattutto durante i weekend aspettatevi di condividere il percorso con molti altri visitatori. Sono delle cascate permanenti per cui non c’è un vero e proprio periodo migliore per visitarle, sebbene dopo un’abbondante pioggia siano sicuramente più maestose ed impressionanti.

Morans Falls

  • 4.4 kms
  • 1 h 30 min (45 min shortcut)
  • Grado 3: medio

E’ possibile raggiungere le Morans Falls in due modi: il primo, quello “ufficiale”, inizia dal Python Rock, che si trova a circa un un chilometro di distanza dal O’Reilly Cafe e pur essendo più lungo, presenta un gradiente più gentile e una pendenza meno accentuata. Il secondo modo è una scorciatoia che si trova nel parcheggio del Cafe.

Morans Falls Shortcut
A.) Indicazioni poste nel parcheggio dell’O’Riley Cafe
Morans Falls Shortcut
B.) Gate d’ingresso all’O’Riley Lost World Spa
Morans Falls Shortcut
C.) Prima biforcazione
morans falls shortcut
D.) Seconda biforcazione
morans falls shortcut
E.) Ultimo cartello per le Morans Falls

Scorciatoia

Nel parcheggio del Cafe, dalla parte opposta dell’edificio, seguire le indicazioni (A.) per iniziare il percorso verso il Morans Falls Lookout. Dopo circa due minuti avrete alla vostra sinistra una stradina (B.) chiusa da una sbarra con un segnale di STOP; è l’ingresso dell’O’Reilly’s Lost World Spa. Entrate camminando intorno al cancello, nel passaggio sulla destra designato ai pedoni, e continuate lungo la strada che a questo punto diviene abbastanza scoscesa. Arriverete quindi a una biforcazione dove un cartello (C.) indica: Villas Conference Center and Day Spa (sinistra) o O’Reilly’s Staff Vehicles Only – Hiker’s Welcome (destra); prendete la destra. Continuate la discesa per altri 5 minuti e vedrete un altro segnale (D.) per le Morans Falls (sinistra) o per Hidden Gully (destra); questa volta prendete la sinistra. Dopo altri 100 metri troverete un ultimo segnale per le Morans Falls (E.). Seguitelo e giungerete a destinazione. Tenete conto che questa scorciatoia può essere estremamente scivolosa e fangosa dopo qualche giorno di pioggia, per cui munitevi di un buon paio di scarpe da trekking.

Le Morans Falls presentano due punti panoramici: il Morans Falls Lookout e il Morans Falls Clearing.

Il Morans Falls Lookout è spostato verso destra rispetto alla cascata, e permette di avere una panoramica completa della stessa dall’alto.

Il Morans Falls Clearing si trova invece sulla sinistra, e consente una visuale della vallata circostante. E’ racchiuso da un recinto di protezione il quale, se scavalcato sulla sua destra consente di raggiungere la Plunge Pool, ovvero una piscina naturale creata dal corso del Morans Creek prima di scrosciare nel vuoto sottostante. E’ probabilmente il punto più pittoresco della camminata, perfetto per scattare qualche foto o godersi il tramonto, ma state attenti a non scivolare; non vi sono protezioni e non sono sicuro possiate raccontare il salto se cadete giù!

Morans Falls Plunge Pool Lamington National Park
La piscina naturale e la vista che si ha all’apice delle Morans Falls sono, a mio avviso, la parte migliore del Lamington National Park. Occhio a non scivolare però!

Coomera e Yarrabilgong Falls

  • 17.4 kms
  • 6 h
  • Grado 4: medio-difficile

Questo spettacolare percorso inizia dal parcheggio del Binna Burra Campground e consiglio di intraprenderlo in senso antiorario. Ci conduce tra foreste pluviali, ruscelli, cascate, gole e dirupi rocciosi, per un totale di più di 17 chilometri.

Dopo 5.5kms si giunge al Coomera Falls lookout, dove si può assistere alla magnificenza del Coomera River che si getta a capofitto in una gola profonda ben 160m, creando le Coomera e Yarrabilgong Falls. Dopo di ciò si continua l’ascesa lungo il bordo del Coomera Gorge, seguendo il fiume e imbattendosi in altre cascate e ruscelli fino a che, dopo una serie varia di creek-crossing, ci si ritrova sul track principale per poi fare ritorno al Binna Burra Campground.

Tree Top Walkway

Il Tree Top Walkway è una passeggiata lunga 180 metri su nove ponti di legno sospesi tra la foresta pluviale del Lamington National Park, ad un altezza di 15 metri da terra. Vi sono anche delle “torrette” su cui è possibile salire grazie a delle scale di metallo, per fruire di un punto di vista ancora più alto sulla foresta.

L’accesso al Tree Top Walkaway si trova nei pressi dell’O’Reilly Rainforest Retreat, lungo il Booyong Walk, che inizia con una pedana di legno per poi inoltrarsi nella foresta pluviale prima di condurvi al primo ponte sospeso. In alternativa è presente una deviazione lungo il percorso che conduce alle Elabama Falls.

Calcolate tra i 20 e i 30 minuti per completare il Tree Walk.

Tree Top Walking Lamington National Park
Sentirsi per dieci minuti il King of the Forest! Solo per dieci minuti però…

Tamborine National Park

Consigliato: 1 giorno

Veniamo al più piccolo dei tre parchi nazionali che caratterizzano l’hinterland della Gold Coast, il più snobbato e meno famoso, ma che secondo me rappresenta un’ottimo day-trip se si vive sulla costa o a Brisbane, da cui dista solo 50 kms. Il Tamborine National Park ricopre l’altopiano della Tamborine Mountain e le sue zone circostanti e, come Springbrook e Lamington, è caratterizzato da numerose aree picnic, bushwalks, lookouts, gole, dirupi, cascate, foreste pluviali ed alberi di eucalipto. La wildlife conta numerose specie di uccelli, bush-turkey, wallabies nonché una piccola popolazione di ornitorinchi (platypus).

Altre attività degne di nota sono il Rainforest Skywalk (simile al Tree Top Walkway del Lamington National Park) e la possibilità di vedere glow-worms all’interno delle Glow Worms Caves, attività però non gratuite.

Cedar Creek Falls

  • 1 km
  • 30 min (return)
  • Grado 2: medio-facile

Le Cedar Creek Falls sono probabilmente, assieme alle Curtis Falls, la meta più popolare per chi decide di visitare il Tamborine National Park. Una breve camminata di 500 metri ci conduce dapprima al lookout su cascate e rock pools, per poi scendere a zig-zag tra una foresta di eucalipto e giungere alla loro base dove troviamo tre piscinette naturali in cui è possibile tuffarsi e fare il bagno. E’ una meta molto frequentata, per cui aspettatevi orde di famiglie e bambini a farvi compagnia, soprattutto nelle giornate più assolate dell’anno.

Cedar Creek Falls Tamborine National Park
Cedar Creek Falls è uno spot perfetto per rinfrescarsi e passare una giornata di tranquillità lontani dalla caotica Brisbane, anche se spesso per la massiccia presenza di turisti sembra di non aver mai lasciato la città.

Curtis Falls

  • 1.2 kms
  • 45 min (return)
  • Grado 2: medio-facile

Altra celebre cascata del Tamborine, Curtis Falls Track ci porta attraverso una foresta di eucalipto e una rigogliosa foresta pluviale, fino a giungere alla cascata vera e propria, dove però questa volta il bagno non è permesso, per preservare la popolazione di glow-worms, tartarughe e platypus che abita queste acque.

Curtis Falls Tamborine National Park
Altro giro, altra cascata. Se sarete abbastanza fortunati potreste imbattervi in una tartaruga o un in ornitorinco che ogni tanto decidono di nuotare in queste acque.

Witches Falls

  • 3.4 kms
  • 1h 15 mins (return)
  • Grado 3: medio

Camminata più lunga e meno frequentata delle due precedenti, il percorso inizia discendendo nella valle e giù lungo il pendio della montagna, passando attraverso la foresta pluviale e grossi massi tra cui si snodano ben 114 gradini, per cui è richiesta una certa forma fisica. Alla fine della discesa il track si fa più semplice e pianeggiante fino a quando non si raggiunge la view platform da cui è possibile ammirare le Witches Falls.

Rainforest Skywalk

Simile al Tree Top Walway del Lamington National Park, anche qui si tratta di una camminata lungo ponti sospesi (questa volta d’acciaio) sulla foresta pluviale che circonda Tamborine Moutain, con un altezza massima di 30 metri da terra e punti lookout per una bella vista dall’alto. Controllate il sito internet della compagnia per maggiori informazioni su prezzi e booking.

Glow Worms Caves

E’ possibile prenotare piccoli tour guidati per entrare in queste grotte dove vivono colonie di glow-worms (vermi luminosi) visibili anche durante il giorno. Le visite hanno una durata di 30min. Per prezzi e booking anche qui vi rimando al sito internet della compagnia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *