Mary Katlheen Miniera abbandonata Uranio

Queensland Outback

Canyons, miniere di uranio e coccodrilli giganti nell’outback del secondo Stato più esteso dell’Australia

  • Outback 🏜️
  • Rock Formations 🪨
  • Wildlife 🦘
Consigliati: 4-5 giorni (a seconda dell’itinerario)

E’ bene ricordare che in Australia man mano che ci si allontana dalla costa ci si allontana anche dalla civiltà così come la intendiamo: meno centro abitati, meno infrastrutture e servizi, meno persone. E il Queensland non fa eccezione. Normale dunque che in uno Stato così esteso la porzione brulla e arida, il cosiddetto Outback, costituisca una grande fetta del territorio, dove ci si può ritrovare a guidare per chilometri e chilometri senza veder altro che sabbia rossa e canguri.

Pur non essendo celebre e ricco d’attrazioni come l’Outback del Western Australia e soprattutto del Northern Territory, qualora si decidesse di lasciare la costa in direzione di Alice Springs o di Darwin (magari partendo da Brisbane, Townsville o Cairns…qui trovate un articolo che ho scritto a proposito su un possibile itinerario) si può prendere in considerazione l’idea di “spezzare” un viaggio così lungo per visitare alcuni luoghi caratteristici e dimenticati da Dio di cui neanche alcuni australiani sono a conoscenza, ma che valgono comunque una sosta lungo il tragitto.

✸ATTENZIONE: Alcune sezioni del Queensland Outback richiedono l’uso di un 4WD o comunque di una macchina con high-clearance, come per esempio parte della strada che da Cairns conduce a Hughenden, o durante i mesi più piovosi della wet season, dove intere porzioni stradali possono risultare allagate o addirittura chiuse al traffico. Date un’occhiata ai miei articoli su “Come organizzare un road trip in Australia” e “Consigli per guidare in Australia” per avere un’idea migliore su come affrontare un viaggio del genere.)

Vediamo assieme quali sono allora queste tappe obbligate nell’Outback del Queensland, ma ricordatevi: prima di partire fate il pieno di acqua, cibo e benzina, visto che le occasioni per fare rifornimento saranno sempre meno una volta allontanatisi dall’oceano.

Carnarvon Gorge

Carnarvon Gorge è probabilmente il luogo più celebre e meritevole di una visita nell’entroterra del Sunshine State; si tratta di un Parco Nazionale di grande importanza dal punto di vista geologico e culturale, situato a circa 600 kms nord-ovest da Brisbane e 1200kms sud-ovest da Cairns.

Caratterizzato da flora e fauna rigogliose, hikings attraverso gole, canyon, ruscelli e pareti stracolme di arte aborigena, ho dedicato un articolo a parte a questa piccola gemma nascosta nel mezzo del Queensland, che potete trovare qui.

Carnarvon Gorge Queensland Outback
Arte aborigena a Carnarvon Gorge.

Mount Isa

Situata a circa 250 kms dal confine col Northern Territory, si può affermare che Mount Isa rappresenti l’ultimo vero grande centro abitato del Queensland Outback, dove viaggiatori internazionali e non si concedono una sosta per rifocillarsi e fare scorta di provviste (è possibile trovare infatti Coles, BWS, Supercheap Auto etc…).

La città è nata e cresciuta come centro minerario, famosa per i grandi depositi di piombo, argento, rame e zinco che l’hanno resa negli anni uno delle miniere più proficue e produttive al mondo.

Qualora ci si trovasse in zona, una particolare menzione meritano il Mt. Isa Lookout, con una bella vista sulla città e interessanti murales, il Lake Moondarra, lago artificiale a circa 20kms dal centro cittadino che fornisce acqua potabile alla città, nonché un buono sito per sport acquatici e birdwatching, e Three Steps/Three Sisters Waterfall, un hiking di poco più di 9kms (2h return) dove è possibile rinfrescarsi e fare il bagno dopo le forti piogge della wet season (mentre non troverete acqua nei mesi più aridi dell’anno).

Mount Isa QLD Outback
Dal lookout della città si può ben vedere la “natura industriale” di Mount Isa.

Mary Kathleen: Abandoned Town and Mine

A poco più di un’ora di macchina dalla città di Mount Isa si trova Mary Kathleen, un ex insediamento minerario che rimase operativo fino al 1982, quando venne definitivamente abbandonato. Del centro abitato resta oggi una piccola città-fantasma adibita a camping per caravan e roulotte, dove è possibile trascorrere la notte gratuitamente e fare un piccolo tour di ciò che un tempo erano un campo da tennis, un ufficio postale, una piscina pubblica etc.

A 5 kms dalla cittadina si trova invece la vecchia miniera dove per anni si sono estratte tonnellate di uranio. Della vecchia cava resta oggi un lago artificiale dove non è consigliato fare il bagno per pericolo di radioattività e uno spot tuttavia interessante per scattare qualche foto se si è di passaggio. Possibile anche camminare lungo il bordo della cava come sorta di piccolo hike. L’ultimo tratto di strada per arrivare alla miniera è abbastanza accidentato, per cui è raccomando l’uso di un 4WD o comunque di una macchina con high-clearance.

Mary Kathleen Uranium Mine Outback Queensland
Nonostante il colore turchese dell’acqua possa sembrare irresistibile fate un favore a voi stessi: non fate il bagno in quella che un tempo era una miniera di uranio impoverito!

Porcupine Gorge

Scendendo da Cairns verso la cittadina di Hughenden si trova il Parco Nazionale di Porcupine Gorge, una gola profonda 40 m dalla grande importanza geologica, casa di una buona biodiversità di uccelli e altra tappa obbligata per chi si trova in viaggio attraverso l’Outback del Queensland; alla sua base è presente una sorta di fiume che sarà più o meno colmo d’acqua a secondo della stagione.

Non distante dal Porcupine Gorge Lookout, dove si gode di una magnifica vista del canyon sottostante, si trova l’inizio del Pyramid Track, hiking di 2.4 kms (1.5 h return, grado 3 media difficoltà) che discende nel canyon fino a raggiungere la Piramide (Pyramid), un grosso monolito multicolore che s’innalza isolato dalla base della gola e che possiede la forma che il nome stesso suggerisce.

Porcupine Gorge Queensland Outback
Porcupine Gorge Lookout.
La Piramide.

Normanton

Normanton è una cittadina di circa 1250 anime localizzata a 8h di guida ad ovest di Cairns.

E’ degna di nota per una statua di 6m nota come Big Barramundi e soprattutto per la statua di Krys, il più grande coccodrillo d’acqua salata mai catturato: che sia leggenda o realtà, questa bestia misurava più di 8.5m e sarebbe stato abbattuto da un colpo del fucile di Krystina Pawlowska, che lo trovò nel Norman River nel 1957.

Normanton Queensland Outback
Chi ha mai visto un coccodrillo di più di otto metri?

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *