Cartina Stradale e Bussola

East Coast: Da Brisbane a Cairns [Itinerario]

L’itinerario più classico della East Coast australiana, che dalla capitale del Sunshine State ci porta al Far North Queensland, passando per le meraviglie di Fraser Island e delle Whitsundays fino ad arrivare al luogo dove Grande Barriera Corallina e Daintree Rainforest si incontrano: la città di Carins.

Consigliati: 30-35 giorni
Distanza: > 3800 kms
Difficoltà: facile (2WD) / media (Fraser Island – 4WD obbligatorio)
  • Brisbane > Bribie Island
  • Bribie Island > Glass House Mountains
  • Glass House Mountains > Sunshine Coast
  • Sunshine Coast > Rainbow Beach
  • Rainbow Beach > Inskip Point & Fraser Island
  • Inskip Point > Harvey Bay
  • Harvey Bay > Bundaberg
  • Bundaberg > Agnes Water & 1770
  • 1770 > Rockhampton & Great Keppel Island
  • Rockhampton > Carnarvon Gorge
  • Carnarvon Gorge > Mackay & Cape Hillsborough NP
  • Cape Hillsborough NP > Eungella NP
  • Eungella NP > Airlie Beach & Whitsunday Islands
  • Airlie Beach > Bowen
  • Bowen > Townsville & Magnetic Island
  • Townsville > Paluma Range NP
  • Paluma Range NP > Wallaman Falls
  • Wallaman Falls > Hinchinbrook Island
  • Hinchinbrook Island > Mission Beach
  • Mission Beach > Etty Bay Beach
  • Etty Bay Beach > Babinda Boulders
  • Babinda Boulders > Atherton Tablelands
  • Atherton Tablelands > Cairns
Chiudere
Indicazioni
Azione Opzioni di stile
Print Reset
Generazione indicazioni in corso...

Giorno 1: Bribie Island

BRISBANE > BIRBIE ISLAND

  • 80 kms
  • 1 h 30 m

Il nostro viaggio lungo la East Coast del Queensland inizia da Bribie Island, una delle varie isole di sabbia che circondano la città di Brisbane e la Moreton Bay. Facilmente accessibile tramite il Bribie Bridge, grosso ponte che la collega alla terraferma, è una meta popolare tra gli amanti della guida off-road e delle farfalle, che possono essere ammirate nella Birbie Island Butterfly House.

  • DA VISITARE: Woorim Beach, Sylvan Beach, Birbie Island National Park & Recreation Area (only 4WD), Bribie Island Butterfly House
Camping at Bribie Island Queensland East Coast
Primo campeggio del nostro lungo viaggio: Bribie Island!

Giorno 2: Glass House Mountains & Kondilla NP

BIRBIE ISLAND > GLASS HOUSE MOUNTAINS

  • 55 kms
  • 1 h

GLASS HOUSE MOUNTAINS > KONDALILLA NP

  • 35 kms
  • 33 min

La Glass House Mountains, è una regione della Sunshine Coast caratterizzata da minuscoli paesini circondati da piccole colline-montagne di origine vulcanica, che vanno a creare uno dei paesaggi più caratteristici della East Coast meridionale. Il Kondalilla National Park è invece un piccolo parco nazionale che si trova all’interno e merita sicuramente una visita per le sue meravigliose cascate.

  • DA VISITARE GLASS HOUSE MOUNTAINS: Mount Ngungun, Mount Coochin, Mount Beerwah (con attrezzatura da scalata)
  • DA VISITARE KONDALILLA NP: Kondalilla Falls, Kondalilla Rock Pools
  • PIT STOP: Gardners Falls, Gerrards Lookout
Sunset Mount Ngungun Glass House Mountains Sunshine Coast Queensland
Tramonto sul Mount Ngungun, Glass House Mountains.
Kolalilla National Park Sunshine Coast Falls Cascate Queensland East Coast
Kondalilla Falls, Kondalilla National Park.

Giorno 3: Sunshine Coast

KONDALILLA NP > CALOUNDRA

  • 40 kms
  • 37 min

CALOUNDRA > MOOLOOLABA

  • 17 kms
  • 20 min

MOOLOOLABA > MOUNT COOLUM NP

  • 25 kms
  • 22 min

MOUNT COOLUM NP > NOOSA HEADS

  • 27 kms
  • 26 min

La Sunshine Coast è una delle regioni più affascinanti del Queensland, soprattutto se siete amanti delle spiagge e del surf, in un’atmosfera tranquilla e spensierata. Le città più importanti da visitare sono Caloundra, Mooloolaba e soprattutto Noosa, considerata la Byron Bay del Sunshine State. Qualora aveste del tempo a disposizione, meritano una piccola visita anche Point Arkwright e il breve hiking che conduce alla sommità del Mount Coolum.

Per gli appassionati delle immersioni, il wreck dive Ex-HMAS Brisbane, poco lontano dalle coste di Mooloolaba, è uno dei più popolari diving spot della East Coast del Queensland.

  • DA VISITARE SUNSHINE COAST: Caloundra, Mooloolaba, Marcoola Beach, Point Arkwright, Mount Coolum NP, Coolum Beach, Noosa
  • DIVING SPOT: Ex-HMAS Brisbane (Mooloolaba)
Point Arkwright Sunshine Coast Queensland East Coast
Point Arkwright.
Mount Coolum Queensland Sunshine Coast
Scalata al Mount Coolum sotto la pioggia! Non una grande idea…

Giorno 4-5: Noosa

Noosa, e in particolare Noosa Heads, è la cittadina più importante della Sunshine Coast che ogni stagione richiama migliaia di backpackers e turisti per il surf, la nightlife e i ristoranti alla moda, il tutto in un ambiente prettamente chill tipicamente da cittadina australiana. Una visita merita assolutamente il Noosa National Park dove, se sarete fortunati, potreste anche incappare in qualche koala appollaiato su un albero di eucalipto.

Non scordate di dare un’occhiata all’Eumundi Markets, famosissimo mercato della East Coast che propone oggettistica vintage e tipica del luogo a soli 20 min di macchina da Noosa (il mercoledì e il sabato).

  • DA VISITARE NOOSA: Sunshine Beach, Noosa Heads Main Beach, Noosa National Park, Laguna Lookout
  • PIT STOP: Eumundi Markets
Tea Tree Bay Noosa National Parl Sunshine Coast Queensland
Tea Tree Bay, Noosa National Park.
Eumundi Markets Sunshine Coast Queensland
Uno dei mercatini più famosi d’Australia da non perdere! Eumundi Markets

Giorno 6: Rainbow Beach

NOOSA HEADS > RAINBOW BEACH

  • 117 kms
  • 1 h 40 min

Rainbow Beach è una cittadina costiera famosa per la sua lunga spiaggia e per essere circondata dal Great Sandy National Park, e merita sicuramente uno stop qualora siate in viaggio verso l’isola di Fraser Island. Ricordatevi che la guida su sabbia è permessa (o comunque fortemente consigliata) solamente a 4×4 e dopo aver ridotto la pressione delle gomme a circa 16 psi (potete chiedere ad un benzinaio).

Rainbow Beach rappresenta il luogo migliore per fare provviste e rifornimenti prima di partire alla volta di Fraser Island visto che sull’isola tutto vi costerà almeno il doppio. In caso voleste pernottare in queste zone prima di prendere il traghetto da Isnkip Point consiglio di cercare uno dei tanti camping spot presenti nel vicino Parco Nazionale tramite WikiCamp.

  • DA VISITARE: Rainbow Beach, Great Sandy National Park
  • PIT STOP: Goomboorian Travel Stop (famoso per un enorme cactus fuori dalla stazione di rifornimento)
Car on Rainbow Beach Queensland East Coast
Rainbow Beach rappresenta l’unico punto in Australia in cui sono rimasto infossato; per fortuna cinque nerboruti ragazzi australiani c’hanno dato una mano ad uscire fuori dai guai!

Giorno 7-8-9: Fraser Island

RAINBOW BEACH > INSKIP POINT

  • 13 kms
  • 15 min

Una volta lasciata Rainbow Beach ci dirigeremo a Inskip Point, una piccola lingua di sabbia che costituisce il punto d’accesso tramite traghetto alla più grande isola di sabbia del mondo, nonché una delle attrazioni principali della stessa East Coast: Fraser Island. Ricordate che non vi sarà permesso salire sul ferry se non in possesso di un 4WD high-clearance e che questa sarà, a livello di guida, la parte più impegnativa dell’intero viaggio. Consiglio almeno due notti da spendere sull’isola.

  • DA VISITARE: Eurong, Lake McKenzie, Lake Wabby, Eli Creek, S.S. Maheno, The Pinnacles, Champagne Pools
Maheno shipwreck fraser island east coast Queensland
Il famoso relitto navale S.S. Maheno, che si trova sulla costa orientale dell’isola
Champagne Pools Fraser Island Australia
Champagne Pools, Fraser Island
Dingo Fraser Island East Coast
Una delle maggiori attrazioni dell’isola, il dingo

Giorno 10: Hervey Bay & Bundaberg

INSKIP POINT > HERVEY BAY

  • 136 kms
  • 1 h 45 min

HERVEY BAY > BUNDABERG

  • 111 kms
  • 1 h 25 min

BUNDABERG > AGNES WATER

  • 122 kms
  • 1 h 25 min

Ora, questo potrebbe sembrare un lungo giorno di viaggio con molte ore di macchina ma, ahimè, l’Australia è un paese sconfinato per cui vi ritroverete spesso a dover affrontare giornate come queste. C’è inoltre da dire che la sosta ad Hervey Bay trova un senso solamente durante il periodo compreso tra Giugno e Settembre, in quanto rappresenta uno dei migliori spot della East Coast per ammirare la migrazione delle humpback whales (megattere) e quindi potreste considerare l’opzione di partecipare ad uno dei tanti tour che partono dalle sue coste. Anche Bundaberg rappresenta uno stop molto veloce, in quanto l’unico luogo degno di nota da visitare è rappresentato dalla Bundaberg Rum Distillery, distilleria di uno dei rum più famosi d’Australia.

Qualora non siate interessati né alle balene (o vi troviate fuori stagione) né ad un cicchetto di rum, potete guidare direttamente fino alla zona di Agnes Water e Town of 1770, ma vi consiglio assolutamente di pernottare al camping-santuario Horizons Kangaroo Sanctuary & Camp Ground, dove dormirete circondati da canguri, wallabies e pavoni in un’atmosfera 100% australiana.

  • DA VISITARE HERVEY BAY: Torquay Beach, Torquay Jetty, Urangan Pier
  • DA VISITARE BUNDABERG: Bundaberg Rum Distillery
  • PIT STOP/CAMPEGGIO: Horizons Kangaroo Sanctuary & Camp Ground
Bundaberg Rum Disillery Queensland
Bundaberg Rum Distillery
Horizons Kangaroo Sanctuary & Camp Ground East Coast
L’Horizons Kangaroo Sanctuary & Camp Ground è un ottimo spot per trascorrere la notte immersi nella più tipica wildlife australiana

Giorno 11: Agnes Water & Seventeen Seventy

HORIZONS CAMPGROUND > AGNES WATER

  • 5 kms
  • 7 min

AGNES WATER > 1770

  • 10 kms
  • 15 min

1770 > ROCKHAMPTON

  • 233 kms
  • 2 h 40 min

Agnes Water e Seventeen Seventy (Town of 1770) sono due bellissime cittadine della East Coast che meritano una sosta lungo il tragitto.

Agnes Water è famosa per essere uno degli ultimi surfing spot della East Coast verso nord qualora foste interessati a questo sport. Interessante anche il piccolo bush-hike presente a circa 3 kms di distanza dalla cittadina e chiamato Bush Heritage Paperbark Forest Boardwalk, una breve camminata nella foresta con piccole piattaforme di legno che, durante la stagione delle piogge, si ritrovano a pelo d’acqua e rappresentano l’unica maniera per continuare il cammino.

Walking on the Paperbank Forest Boardwalk Agnes Water Queensland
Il Paperbank Forest Boardwalk è perfetto per foto fake-zen come questa. Qui raffigurato durante la stagione secca.

La piccola penisola di Seventeen Seventy si ritrova invece leggermente più a nord ed è possibile visitare la sua estremità più settentrionale tramite una breve camminata costituita da magnifici lookout che danno direttamente sulle scogliere e sull’oceano.

Qualora aveste tempo, vi consiglierei di raggiungere già in giornata la città di Rockhampton, che servirà solo a raccogliere provviste per imbarcarsi poi verso Great Keppel Island; in caso contrario potreste sempre optare per dormire a metà strada e continuare la guida l’indomani mattina.

  • DA VISITARE AGNES WATER: Agnes Water Main Beach, Bush Heritage Paperbank Forest Boardwalk
  • DA VISITARE 1770: Wave Lookout, Bustard Bay Lookout

Giorno 12-13: Great Keppel Island

ROCKHAMPTON > ROSSLYN

  • 47 kms
  • 40 min

Da Rockhampton vi dirigerete verso la piccola cittadina portuale di Rosslyn, da cui poi prenderete il ferry per Great Keppel Island, su cui consiglio di passare almeno una notte e due giorni e godervi le spiagge e il meraviglioso snorkeling che l’isola sa offrire.

  • DA VISITARE: Fisherman BeachShelving Beach, Monkey BeachLong Beach, Putney Beach, The Lookout Trail, Mount Wyndham Circuit

Giorno 14-15: Carnarvon Gorge [EXTRA]

ROSSLYN > CARNARVON GORGE

  • 450 kms
  • 5 h 15 min

Carnarvon Gorge vale sicuramente una visita per le sue bellezze naturali e per l’arte aborigena che si ritrova intagliata tra le sue pietre, ma vi porterà via un giorno per arrivare a destinazione e un’altra giornata per visitarlo. Vi allontanerete di circa 450 kms dalla East Coast ma se, stanchi delle solite spiagge siete alla ricerca di qualcosa che si avvicini minimamente all’Outback australiano allora potrebbe decisamente fare al caso vostro.

  • DA VISITARE: Mickey Creek, Rock Pool, Natural Trail, Boolimba Bluff, Moss Garden, Amphitheatre, Ward’s Canyon, Art Gallery, Cathedral Cove, Boowinda Gorge, Big Bend
Carnarvon Gorge Creek Crossing
Uno dei tanti creek crossing del Carnarvon Gorge
Cathedral Cove Carnarvon Gorge
Cathedral Cove
Aboriginal Art Arte Aborigena Carnarvon Gorge
Arte aborigena perfettamente conservata all’Art Gallery del Carnarvon Gorge

Giorno 16: Mackay

CARNARVON GORGE > MACKAY

  • 595 kms
  • 6 h

MACKAY > BALL BAY/SMALLEYS BEACH

  • 50 kms
  • 40-45 min

Visto il numero di chilometri da percorrere, impiegherei questo giorno unicamente per raggiungere la cittadina di Mackay e fare qualche stop di tanto in tanto per rifornimenti e provviste. Vi ricordo che il giorno dopo dovrete svegliarvi molto presto in caso vogliate ammirare lo spettacolo dei canguri all’alba sulla spiaggia del Cape Hillsborough NP, per cui consiglio di campeggiare il più vicino possibile al parco nazionale; idee possono essere i campgrounds di Ball Bay o Smalleys Beach, che vi richiederanno almeno altri 40 min di guida (mi raccomando, prenotate in anticipo soprattutto durante i mesi d’alta stagione!). In alternativa potete pernottare direttamente a Mackay, svegliandovi prima la mattina.

Altro campeggio che mi sento di consigliare in queste zone (soprattutto se deciderete di visitare dapprima l’Eungella National Park o qualora vogliate accorciare il tragitto dal Carnarvon Gorge) è il Mount Britton Historical Township, un grosso free camping che troverete su WikiCamp e che raccoglie in sé i resti di una vecchia cittadina mineraria abbandonata.

  • PIT STOP/CAMPEGGIO: Mount Britton Historical Township, Ball Bay Campground, Smalleys Beach Campground

Giorno 17: Cape Hillsborough National Park

MACKAY > CAPE HILLSBOROUGH NP

  • 50 kms
  • 45 min

CAPE HILLSBOROUGH NP > EUNGELLA NP

  • 95 kms
  • 1h 30 min

Una volta giunti a Cape Hillsborough National Park, alle prime luci dell’alba potrete godervi lo spettacolo dei canguri saltellanti direttamente sulla spiaggia e con il sole spuntare alle loro spalle, in un’immagine tipicamente da cartolina. Una volta finito lo show, consiglio l’hiking Andrews Point Track, che vi permetterà una buona vista di Wedge Island e delle spiagge circostanti.

Poiché una mezza giornata è più che sufficiente per visitare il parco, nel pomeriggio potreste già rimettervi in marcia alla volta dell’Eungella National Park, situato a circa un’ora e mezza verso l’interno.

  • DA VISITARE: Casuarina Beach, Andrews Point Track, Wedge Island, Orchid Rock, The Diversity Boardwalk
Canguro Alba Sunrire Kangaroo Cape Hillsborough National Park East Coast
Canguri all’alba sulla spiaggia di Casuarina Beach, Cape Hillsborough National Park
Wedge Island da Andrews Point Lookout Cape Hillsborough Natioanl Park East Coast
Wedge Island vista da Andrews Point Lookout, Cape Hillsborough National Park

Giorno 18: Eungella National Park & Finch Hatton Gorge

EUNGELLA NP > FINCH HATTON GORGE

  • 35 kms
  • 38 min

L’Eungella National Park è uno degli spot più famosi d’Australia per scovare ornitorinchi (platypus) direttamente nel loro ambiente naturale, soprattutto sulla piattaforma situata a Broken River. Consigliato a tutti gli amanti delle passeggiate boschive e della wildlife in generale, perfetto per rinfrescarsi nelle giornate più calde dell’anno.

A pochi chilometri di distanza si trova poi Finch Hatton Gorge, sempre facente parte dello stesso Parco Nazionale e caratterizzato da bellissime camminate tra gole e cascate impressionanti.

  • DA VISITARE EUNGELLA NP: Broken River, Sky Window Lookout, Cedar Grove Track & Tree Arch
  • DA VISITARE FINCH HATTON GORGE: Araluen Cascades, Wheel of Fire
Finch Hatton Gorge Queensland Eungella National Park
Finch Hatton Gorge è, assieme a Broken River, la miglior parte dell’Eungella National Park.

Giorno 19-20-21: Airlie Beach & Whitsunday Islands

FINCH HATTON GORGE > AIRLIE BEACH

  • 160 kms
  • 2 h

Lasciato l’Eungella NP ci dirigiamo verso la Whitsundays Region e la città di Airlie Beach, altro hot spot per backpackers e lavoratori stagionali e sicuramente altro luogo da non mancare assolutamente nel nostro viaggio lungo la East Coast australiana, soprattutto per la presenza delle Whitsunday Islands e di Whitehaven Beach, considerata una delle spiagge più belle del mondo. Si potrebbe trascorrere anche una settimana in questa regione facendo snorkeling e visitando le varie isole, ma personalmente consiglio di spendere nella zona almeno due notti, con una crociera o uno scenic flight sopra le isole e, qualora aveste tempo a disposizione, una visitina alle Cedar Creek Falls situate a circa 30 min di distanza dalla cittadina.

  • DA VISITARE AIRLIE BEACH: Airlie Beach Lagoon, Cedar Creek Falls
  • DA VISITARE WHITSUNDAY ISLANDS: Whitsunday Island & Whitehaven Beach, Heart Reef, Hamilton Island, Hook Island
Whitehaven Beach Whitsunday Islands Scenic Flight East Coast
Whitehaven Beach, forse la spiaggia più bella del mondo, vista dall’aereo
L’Heart Reef, una curiosa formazione corallina a forma di cuore
Whitehaven Beach Whitsunday Islands Hill Inlet Lookout East Coast
Sempre Whitehaven Beach, vista dall’Hill Inlet Lookout

Giorno 22: Bowen & Alligator Creek

AIRLIE BEACH > BOWEN

  • 78 kms
  • 1 h

BOWEN > ALLIGATOR CREEK

  • 182 kms
  • 2 h

Lasciamo la Whitsundays Region e ci dirigiamo verso Bowen, altra cittadina costiera famosa per le coltivazioni di mango (prima dell’ingresso in città vi è infatti una struttura chiamata The Big Mango che, manco a farlo apposta, raffigura il grosso frutto arancione). Vale una pena l’hiking Coastal Path che dalle spiagge di Rose Bay o Horseshoe Bay (a secondo dell’inizio del percorso) conduce tramite vari lookout (Mother Beddock, WWII Radar Lookout, Rotary Lookout) con una fantastica vista sulle scogliere e sulle spiagge circostanti, nonché sulla cittadina stessa.

Proseguendo verso nord consigliatissimo uno stop nell’Home Hill Comfort Stop Rest Area, una delle migliori rest area che ho trovato sulla East Coast australiana, con tanto di docce, supermercati e tutto il necessario per rifocillarsi prima di ripartire.

Qualora poi foste troppo stanchi per giungere direttamente a Townsville, consiglio una sosta ad Alligator Creek e Cockatoo Creek Swimming Areas, due piccole gemme naturali immerse nell’area del Mount Elliot in cui rinfrescarsi e fare un tuffo nelle giornate più calde. E’ possibile anche pernottare in uno dei camping del parco per soli 6-7$/notte.

  • DA VISITARE BOWEN: Rose Bay, Horseshoe Bay, Coastal Path (Mother Beddock)
  • DA VISITARE ALLIGATOR CREEK: Alligator Creek Swimming Area, Cockatoo Creek Swimming Area
  • PIT STOP/CAMPEGGIO: The Big Mango, Home Hill Comfort Stop Rest Area
View Of Bowen from Lookout East Coast
Bowen vista da uno dei lookouts del Coastal Path
The Big Mango Ice Cream Bowen Queensland
Una sosta al The Big Mango di Bowen vuol dire solo una cosa: provare uno dei deliziosi gelati al mango prodotti dalla gelateria dell’area di servizio!

Giorno 23-24-25: Townsville & Magnetic Island

ALLIGATOR CREEK > TOWNSVILLE

  • 30 kms
  • 26 min

Eccoci finalmente giunti a Townsville, uno dei centri cittadini più importanti dello Stato e che sancisce definitivamente la nostra entrata nel North Queensland. Seppur la città in sé non sia nulla di impressionante (consiglio solamente la camminata al lookout di Castle Hill e l’S.S. Yongala per gli appassionati delle immersioni), Townsville rappresenta il punto iniziale per visitare Magnetic Island, isola su cui vale sicuramente la pena trascorrere almeno due notti per gli amanti delle spiagge, degli hikings e soprattutto della wildlife; è infatti uno dei migliori posti d’Australia per imbattersi in koala e rock wallabies.

  • DA VISITARE TOWNSVILLE: Castle Hill
  • DA VISITARE MAGNETIC ISLAND: The Forts Track, Rock Wallabies, S.S. City of Adelaide
  • DIVING SPOT: S.S. Yongala
Castle Hill Townsville East Coast Queensland
Castle Hill, Townsville
Magnetic Island Koala
Avvistare koala a Magnetic Island sarà cosa tutt’altro che rara
The Forts Magnetic Island
Vista da The Forts Track, Magnetic Island

Giorno 26: Paluma Range National Park & Wallaman Falls

TOWNSVILLE > PALUMA RANGE NP

  • 67 kms
  • 1 h

PALUMA RANGE NP > WALLAMAN FALLS

  • 100 kms
  • 1 h 30 min

Il Paluma Range National Park si trova ad un’ora di distanza dalla città di Townsville e rappresenta un ottima sosta per visitare ruscelli, piccole cascate e percorrere piccoli hikings e scalate immersi nella foresta. Little & Big Crystal Creek, Jourama Falls e Birthday Creek Falls sono le maggiori attrazioni del parco.

Qualora abbiate bisogno di dormire da qualche parte, consigliatissimo il Balgal Beach Campground, un campeggio free dove potrete piazzare la vostra tenda direttamente a pochi passi dalla spiaggia!

Crystal Creek Paluma Range National Park Queensland
Big Crystal Creek, Paluma Range National Park

Continuando verso nord si arriva poi ad un luogo non troppo conosciuto ma che, a mio avviso, merita assolutamente una visita. Sto parlando della Wallaman Falls, la cascata a salto singolo più alta d’Australia (ben 268 m!). Sarà possibile ammirare questa meraviglia della natura dall’apposito lookout o scendere tramite il Djyinda Walk (3.2 kms, 2 h return) fino alla sua base, dove è presente un’enorme rock pool in cui è possibile fare il bagno. Vi è anche un campground dove trascorrere la notte.

Wallaman Falls Queensland East Coast
Le Wallaman Falls sono la cascata a salto singolo più alte d’Australia e senza ombra di dubbio una delle più spettacolari!
  • DA VISITARE PALUMA RANGE NP: Big Crystal Creek, Little Crystal Creek, Jourama Falls, Birthday Creek Falls
  • DA VISITARE WALLAMAN FALLS: Wallaman Falls Lookout, Djyinda Walk
  • PIT STOP/CAMPEGGIO: Balgal Beach Campground

Giorno 27-28-29-30: Hinchinbrook Island [EXTRA]

WALLAMAN FALLS > LUCINDA

  • 79 kms
  • 1 h 15 min

Hinchinbrook Island è l’isola più grande della Great Barrier Reef e, nel caso decidesse di prendere parte al Thorsborne Trail, ovvero l’hiking più famoso dell’isola che ne percorre quasi completamente la costa orientale, dovrete tener conto che il vostro road trip lungo la East Coast si allungherà di almeno tre o quattro giorni. Sì perché é questa la durata media richiesta per completare i 32 kms solo andata di questa faticosa camminata, che vi ripagherà però con paesaggi e cascate mozzafiato. Siate ben attrezzati, soprattutto nei mesi più caldi dell’anno dove le temperature possono arrivare ad essere quasi insopportabili.

Il ferry per l’isola parte da Lucinda (o Cardwell), e solo 40 persone sono ammesse contemporaneamente sull’isola, visto la sua natura completamente vergine e disabitata, per cui abbiate cura di prenotare il tutto con largo anticipo.

  • DA VISITARE: Hinchinbrook Island National Park, Thorsborne Trail, Zoe Falls, Mulligan Falls
Hinchinbrook Island view from lookout East Coast
Hinchinbrook Island vista dall’Hinchinbrook Lookout: sicuramente uno dei posti più vergini e remoti dell’Australia.

Giorno 31: Mission Beach

LUCINDA > MISSION BEACH

  • 132 kms
  • 1 h 35 min

Mission Beach è un’altra meta popolare della East Coast fra i backpackers, essendo una piccola cittadina accogliente caratterizzata da grandi spiagge tropicali disseminate di palme e noci di cocco. Popolare per lo skydiving, gli hikings poco impegnativi come il Bitcon Hill e i percorsi del Djiru National Park, è inoltre uno dei primi posti in cui è possibile imbattersi nel famoso casuario, l’uccello più pericoloso del mondo, che dà anche il nome alla regione stessa (Cassowary Coast Region).

  • DA VISITARE: Mission Beach Beach, Bitcon Hill, Djiru National Park
Mission Beach Queensland East Coast
Le palme di Mission Beach hanno una forma a dir poco…particolare…

Giorno 32: Etty Bay Beach & Babinda Boulders

MISSION BEACH > ETTY BAY BEACH

  • 53 kms
  • 45 min

ETTY BAY BEACH > BABINDA BOULDERS

  • 52 kms
  • 45 min

Qualora abbiate mancato l’incontro con il casuario sulle spiagge di Mission Beach, è ora di giungere a quello che forse è considerato il miglior spot dell’intera Australia per incontrare l’enorme pennuto nero-azzurro: Etty Bay Beach. Armandosi di un po’ di pazienza dovreste riuscire a scovare l’animale intento a passeggiare come se nulla fosse sulla sabbia o tra le macchine parcheggiate dei turisti increduli.

Dopo questa breve sosta consiglio di raggiungere il villaggio di Babinda, e passare la notte nel free camping di Babinda Boulders, dove troverete toilets, docce e barbeque, oltre ad essere a pochi passi da rock pools e ruscelli dove poter sguazzare in tutta tranquillità immersi in un paradiso naturale tipico dell’Altopiano di Atherton.

  • DA VISITARE ETTY BAY: Etty Bay Beach
  • DA VISITARE BABINDA: Babinda Boulders, Devil’s Pool Walk, Boulders Gorge Lookout
  • PIT STOP/CAMPEGGIO: Babinda Boulders Free Campground
Cassowary
Eastern Cassowary, sulla spiaggia di Etty Bay
Babinda Boulders
Babinda Boulders

Giorno 32-33: Atherton Tablelands

BABINDA BOULDERS > JOSEPHINE FALLS

  • 23 kms
  • 22 min

JOSEPHINE FALLS > MILLAA MILLAA FALLS

  • 78 kms
  • 57 min

MILLAA MILLAA FALLS > WINDIN FALLS

  • 45 kms
  • 42 min

WINDIN FALLS > ATHERTON

  • 40 kms
  • 40 min

Da Babinda potrete poi trascorrere due giornate alla scoperta delle meravigliose cascate dell’Atherton Tablelands, compiendo un circuito circolare che vi porterà alla fine a raggiungere la cittadina di Cairns. Nei percorsi ho indicato solamente le cascate principali ma ve ne sono molte di più, tutte a pochi chilometri di distanza l’una dall’altra. Altre attrazioni popolari sono i maestosi alberi di fico Curtain e Cathedral Fig Tree, la zona dei laghi Eacham e Barrine, e l’impegnativo hiking per raggiungere la cima del Mount Bartle Frere, la montagna più alta del Queensland (1622 m).

  • DA VISITARE: Josephine Falls, Mount Bartle Frere, Tchupala Falls, Wallicher Falls, Nandroya Falls, Mungalli Falls, Millaa Millaa Falls, Ellinjaa Falls, Zillie Falls, Little Millstream Falls, Big Millstream Falls, Dinner Falls, Mount Hypipamee Crater, Malanda Falls, Windin Falls, Lake Eacham, Wrights Creek Falls, Lake Barrine, Curtain Fig Tree, Cathedral Fig Tree
Millaa Millaa Falls Atherton Tablelands Cairns
Le famose Millaa Millaa Falls
Curtain Fig Tree Atherton Tablelands
L’imponente Curtain Fig Tree
Atherton Tablelands Big Millstream Falls Cairns
Big Millstream Falls

Giorno 34: Cairns

ATHERTON > CAIRNS

  • 80 kms
  • 1 h 20 min

In poco più di un mese (o anche molto più, se volete prendervela comoda) dovreste aver visitato tutte le maggiori attrazioni della East Coast ed essere riusciti ad arrivare alla vostra ultima destinazione, ovvero la città di Cairns. Qui potrete trascorrere il tempo che volete, proporzionato ai vostri piani: alcuni si fermano per qualche settimana, sufficiente a visitare le meraviglie della Great Barrier Reef e della Daintree Rainforest, altri sono solo di passaggio continuando la loro avventura verso Cape York o Northern Territory, altri ancora trovano un lavoro e non se ne vanno più. Certo è che i luoghi da visitare, nei dintorni di Cairns, non mancano sicuramente.

  • DA VISITARE CAIRNS REGION: Cairns Esplanade, Kuranda, Port Douglas, Palm Cove, Mossman Gorge
  • DA VISITARE GREAT BARRIER REEF: Fitzroy Island, Green Island
  • DA VISITARE DAINTREE RAINFOREST: Daintree Village, Daintree River, Cape Tribulation, Mount Sorrow
Cairns Esplanade
Esplanade, Cairns
Green Island Cairns
Green Island, una delle isole più famose della Great Barrier Reef
Daintree River Daintree Forest Cairns
A caccia di coccodrilli per il Daintree River
Kuranda Scenic Railway Barrow Falls Cairns
Kuranda Scenic Railway
Cairns Mossman Gorge
Mossman Gorge
Port Douglas Cairns
Le spiagge tropicali di Port Douglas

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *