Tramonto A Cable Beach Broome

Comprare una macchina in Australia

Tutte le risposte ad una delle questioni più importanti per chi si vuole spostare lungo il continente australiano

Che tu voglia semplicemente lasciare la città per dirigerti in una farm ed ottenere un secondo visto lavorativo, o che il tuo progetto sia invece mettersi in viaggio per l’on the road della tua vita, la soluzione migliore per far questo in Australia è soltanto una: comprare una macchina!

Le distanze, lo ricordiamo, sono sempre un fattore da tener conto e, al di là qualche treno o bus che collega le città più importanti, sarà difficile se non impossibile raggiungere tutte le mete prefissate solamente con l’ausilio di mezzi pubblici. Se poi l’idea di aggregarvi a qualcuno già dotato di un mezzo a motore non vi esalta particolarmente e volete godere della maggior libertà di spostamento possibile, comprare un’automobile è quello che fa per voi.

Quale macchina scegliere? City Car, Station Wagon, Van, AWD o 4WD

La scelta della giusta macchina è forse la fase più delicata dell’acquisto: alcune auto potrebbero essere più adatte ad una vita in città, in quanto più economicamente accessibili da un punto di vista dei consumi e del ricambio pezzi, mentre se vogliamo avventurarci in zone più remote avremmo bisogno di tutt’altro tipo di veicolo, affinché il viaggio risulti piacevole e soprattutto non pericoloso.

Tutto dipende dall’uso che faremo della nostra vettura.

Ma allora quale macchina scegliere? Vediamolo subito!

CITY CAR (tra 1200$ e 3200$)

city car macchina bianca
Un ottimo esempio di City Car economica e affidabile da usare in città.

Con questa dicitura voglio indicare appunto un veicolo da utilizzare in città, un’utilitaria, o comunque una macchina di poche pretese. Sono macchine economiche e a basso consumo, i cui ricambi sono poco costosi e facili da reperire, adatte per brevi spostamenti o per viaggi non troppo lunghi o avventurosi. Possono comunque utilizzarsi su strade asfaltate anche per lunghi tratti, ma diventano improponibili nell’off road, in quanto basse e con pneumatici da strada. Difficilmente si potrà dormire dentro queste macchine (a meno che non vi accontentiate del classico sedile tirato giù, ma direi che non è proprio il massimo della comodità).

PRO:

  • prezzo
  • bassi consumi
  • ricambi economici e facili da reperire
  • dimensioni contenute

CONTRO:

  • non adatta all’off road
  • possibilità di dormire solo tramite l’uso di tende o swag esterni

CONSIGLIATA:

  • città
  • viaggi brevi e semplici
  • strade asfaltate

SCONSIGLIATA:

  • off road

STATION WAGON (tra 2500$ e 4000$)

station wagon comprare macchina
Non lasciatevi ingannare dalla foto…non tutte le Station Wagon sono così fighe!

Con questo termine indico City Car di dimensioni maggiori, soprattutto per quanto riguarda la lunghezza e la possibilità di rimuovere i sedili posteriori per inserire a loro posto una struttura letto e dormire dentro la vettura. Per il resto, le prestazioni e i pro sono gli stessi delle City Car, ma anche queste non sono adatte all’off road.

PRO:

  • prezzo
  • bassi consumi
  • ricambi economici e facili da reperire
  • possibilità di inserire una struttura letto e dormire dentro la vettura

CONTRO:

  • non adatta all’off road

CONSIGLIATA:

  • città
  • strade asfaltate

SCONSIGLIATA:

  • off road

VAN (tra 5000$ e 8000$)

Comprare macchina van hippie
Van: la scelta più romantica…P.S. La ganja non è inclusa!

Il Van suscita sicuramente un forte appeal quando si parla di road trip: chi non si è mai immaginato protagonista di una di quelle foto nel retro di un Van, disteso con i piedi proiettati verso un panorama da paura, ukulele in una mano e spinello nell’altra; la classica Van Life. Se in Australia ci mettiamo anche la cultura per il surf tutto si tinge di una visione ancor più romantica.

Il Van è senza dubbio un mezzo di tutto rispetto per viaggiare in Australia, ma anche qui dipende molto dall’utilizzo che dobbiamo farne.

La comodità di utilizzo, intesa soprattutto come “aprire lo sportello laterale e buttarsi sul letto per dormire” è sicuramente maggiore delle altre tipologie di macchina, con uno spazio più ampio a disposizione e senza contare che alcuni di essi (più costosi!) sono dotati anche di cucinotto. Grande punto a favore del Van è poi che molti siano sprovvisti di finestre sugli sportelli laterali/posteriori (o abbiano vetri oscurati), il che rende difficile se non impossibile comprendere se qualcuno vi stia dormendo dentro o no; pertanto potrebbe essere possibile dormire in piccole città, zone di sosta o parcheggi anche non adibiti legalmente al pernottamento (tenete sempre conto che se la polizia o un controllore vi scopre, a secondo dello Stato, potreste incorrere in multe anche salate).

Il problema dei Van resta lo stesso di City Car e Station Wagon: essendo bassi e con gomme da strada, anche questi non sono adatti all’off road, per cui mi sento di consigliarne l’acquisto più per affrontare un viaggio sulla East Coast rispetto alla West Coast, dove strade sterrate e dissestate sono molto più frequenti.

L’eccezione è rappresentata dal Mitsubishi Delica (tra 8000 e 12000$), unico Van 4×4 che unisce la comodità di un Van alla potenza di un quattro ruote motrici (anche se a mio avviso non raggiunge le prestazioni di un Patrol o Prado), permettendo di affrontare quindi anche percorsi off road. Questa, a mio parere, è una se non la scelta migliore per un viaggio intorno all’Australia, sebbene il prezzo di questo veicolo sia piuttosto elevato (senza contare che a quanto pare presto non verranno più importati Delica dal Giappone, rendendo quelli già presenti su territorio australiano ancora più cari!).

Altro problema del Van sono i consumi, non più ridotti come avevamo visto nelle tipologie precedenti.

PRO:

  • comodità
  • possibilità di dormire pressoché ovunque (fate sempre attenzione a dormire in zone vietate)

CONTRO:

  • consumi elevati
  • non adatto all’off road

CONSIGLIATO:

  • città
  • strade asfaltate
  • East Coast

SCONSIGLIATO:

  • off road
  • West Coast

✸ATTENZIONE: Le tre categorie appena viste, City Car, Station Wagon e Van, pur essendo prettamente sconsigliate per off road lunghi e difficili, con buon senso e qualche piccolo accorgimento possono affrontare strade sterrate (gravel) e corrugate (corrugated) non troppo impegnative.

SUV e AWD All Wheels Drive (tra 4500$ e 7500$)

Comprare Macchina Honda CR-V grigia
L’Honda CR-V è un ottimo esempio di AWD e un buon compromesso se non volete spendere troppi soldi per un vero 4×4

Queste auto rappresentano una sorta di metà strada tra una City Car e un fuoristrada vero e proprio e possono essere considerate le cugine più piccole di quest’ultime. Sicuramente non avranno la potenza di un Prado o di un Pajero, ma possono dare moltissime soddisfazioni tenendo conto anche dei consumi estremamente più contenuti rispetto alla loro versione di dimensioni maggiori. Presentano la possibilità di inserire una struttura letto nel vano posteriore o di agganciare una roof top tent sul tetto dell’autovettura.

Con il termine AWD (All Wheels Drive = Tutte Le Ruote Motrici) si indica che tutte le ruote motrici sono in azione simultaneamente, conferendo così una maggior trazione alla macchina.

✸ATTENZIONE: molti annunci spacceranno queste macchine per 4WD (quattro ruote motrici), ma pur essendo macchine molto prestanti e adatte a quasi tutti le condizioni di viaggio, NON SONO 4X4, non hanno la loro potenza e soprattutto la loro clearance (altezza da terra, fondamentale per off road avventurosi). Io sono caduto nel tranello e ho comprato un’Honda CR-V credendo fosse il fuoristrada perfetto per l’off road e…ho girato quasi tutta l’Australia, eccezion fatta per la West Coast, dove un 4WD è altamente consigliato).

PRO:

  • consumi relativamente bassi
  • prezzo più accessibile rispetto ai veri 4×4
  • capace di affrontare off road di bassa-media difficoltà

CONTRO:

  • meno potente di un 4×4
  • non adatto ad off road impegnativi

CONSIGLIATA:

  • East Coast

SCONSIGLIATA:

  • West Coast

AUTO CONSIGLIATE: Honda CR-V, Nissan X-Trail, Nissan Pathfinder, Mitsubishi Challenger, Toyota Rav4

4WD Four Wheels Drive (tra 6000$ e 12000$)

4wd comprare macchina
4WD: la regina del road trip australiano!

Ed eccoci arrivati alla regina delle autovetture: 4WD (Four Wheels Drive), 4X4, fuoristrada, poco cambia come volete chiamarla; siamo in presenza della miglior scelta se si vuole compiere un road trip completo e privo di limitazioni intorno all’Australia. Con questi veicoli è possibile raggiungere anche gli angoli più reconditi del paese, ma occhio: per viaggi molto impegnativi, come l’Outback, Cape York o la Gibb River Road, non basta comprare una macchina prestate, ma bisogna essere ben organizzati e muniti di attrezzatura idonea e di una buona dose di commun sense (per questo vi consiglio di dare un’occhiata ad un altro mio articolo: “Come organizzare un road trip intorno all’Australia”).

Come AWD e SUV permettono di installare una struttura letto o una roof top tent, ma a differenza di queste hanno una high-clearence (maggiore distanza dal suolo), montano spesso gomme idonee a tutti i tipi di terreni (All Terrain) e possiedono la possibilità di utilizzare le marce ridotte, tutti fattori che le rendono adatte anche agli off road più impegnativi.

Da tener conto che tali macchine sono altamente sconsigliate se ci si muove solo in città, dato gli alti consumi e le dimensioni ingombranti.

PRO:

  • potenza
  • possibilità di raggiungere virtualmente ogni luogo d’Australia
  • adatta all’off road

CONTRO:

  • prezzo
  • consumi elevati
  • dimensioni ingombranti
  • pezzi di ricambio costosi e di non sempre facile reperibilità

CONSIGLIATE:

  • road trip lunghi ed impegnativi
  • off road
  • East Coast
  • West Coast

SCONSIGLIATE:

  • città

AUTO CONSIGLIATE: Toyota Prado, Landcruiser, Mitsubishi Pajero, Nissan Patrol

✸ATTENZIONE: se siete alle prime armi e volete informazioni su come risolvere alcuni imprevisti che potrebbero capitarvi durante il vostro viaggio, quali restare impantanati su una spiaggia, ricaricare una batteria o ancora conoscere qualche trucchetto che ho imparato sulla guida off road vi consiglio di dare un’occhiata a questo articolo.

Come comprare una macchina in Australia

Dove Cercare

Internet è sicuramente il posto migliore per acquistare una macchina in Australia. Potreste sempre pensare di recarvi da un car dealer (rivenditore), ma siate pronti a fronteggiare chi sa bene cosa sta vendendo e a quale prezzo; farà di tutto per guadagnarci e sarà difficile fare un buon affare.

A mio avviso, le due migliori pagine web per comprare una macchina (ma anche altri oggetti, così come trovare stanze in affitto o addirittura lavoro) sono:

  • GUMTREE: sito inglese molto famoso in Australia, permette di acquistare o vendere le più svariate merci semplicemente digitando il nome del prodotto e ponendo l’area geografica in cui ci si trova. E’ presente anche una specifica sezione dedicata alle autovetture (https://www.gumtree.com.au/cars)
  • FACEBOOK (MARKETPLACE/GRUPPI): Marketplace, il mercato online di Facebook, è davvero una manna dal cielo per acquistare/vendere la tua macchina. Se non dovesse bastare, si può dare un’occhiata anche nei vari gruppi di backpackers o di rivenditori della città in cui ci si trova (digitando per esempio Buy Cars in Sydney, in Melbourne etc.)

Oltre ad Internet, potrebbe essere utile cercare annunci nelle bacheche degli ostelli, dove spesso e volentieri i backpackers mettono in vendita auto di cui non hanno più bisogno, e talvolta è possibile concludere qualche buono affare.

Procedure per effettuare il cambio di proprietà

Per quanto riguarda la burocrazia, comprare una macchina in Australia è piuttosto facile, ma vi sono variazioni da Stato a Stato. In linea generale ci si reca alla motorizzazione della città (Department of Transports) per ottenere i moduli per il passaggio di proprietà (due copie, di cui una finirà al compratore e l’altra al venditore), moduli che nella maggior parte dei casi possono essere scaricati anche online.

Dopo di ciò sarà necessario che la vettura sia o venga “registrata” (abbia una REGO, una targa valida, simile al nostro bollo), la quale in base ai soldi sborsati potrà essere rinnovata per 6 mesi o un anno (in alcuni stati come il Queensland è possibile rinnovarla anche per 1 o 3 mesi). Se si acquista una macchina proveniente da un determinato Stato in uno Stato differente, andrà fatto il cambio di targa (per questo consiglio sempre di comprare e vendere una macchina nello stesso Stato, in quanto il tutto sarà più facile e veloce): se per esempio comprassi una macchina targata New South Wales in Queensland, bisognerà pagare anche il cambio targa da New South Wales a Queensland. L’unica eccezione a questa pratica è rappresentata dal Western Australia che permette di comprare un’auto targata WA in qualsiasi Stato senza fare il passaggio (per questo vi diranno che la targa WA è la migliore, ma personalmente ho acquistato una macchina targata con uno Stato differente e la procedura non è risultata troppo difficile).

✸ATTENZIONE: Guidare una macchina sprovvista di REGO è illegale, il che vuol dire che se decidete di comprare una macchina senza targa dovete prima recarvi alla motorizzazione e registrarla anche solo per testarla in strada prima dell’acquisto.

Oltre a queste procedure in alcuni Stati come Queensland e Victoria è richiesto anche un certificato che attesti che la macchina sia sicura e adatta alla circolazione, una sorta di revisione italiana, chiamato Road Worthy o Safety Certificate. Ci si reca all’officina, si fa controllare la macchina alla modica di cifra di 80-150$ e, se tutto è in regola, si ottiene un foglio che andrà registrato al momento della compravendita. Molti meccanici effettuano controlli piuttosto approssimativi, mentre altri sono molto scrupolosi, rendendo l’ottenimento di questo foglio più o meno difficile a seconda di dove ci si rechi. In altri stati invece questa prassi non è necessaria (come Northern Territory o Western Australia).

Le procedure descritte sono molto semplificate e potrebbero essere non aggiornate e quindi non più valide. Si rimanda allora ai siti della motorizzazione (Department of Transports) dei vari Stati per maggiori chiarimenti:

✸ATTENZIONE: Per guidare e registrare la macchina è ovviamente necessaria una patente valida. La patente italiana ha una validità di 3 mesi dall’arrivo in Australia, altrimenti è possibile richiedere una traduzione da un traduttore certificato NAATI (per un costo di circa 50$) o convertirla direttamente in una patente australiana senza bisogno di ripetere alcun esame di guida al costo di circa 100$ per un anno di utilizzo (questa è l’opzione migliore, in quanto la patente australiana funge da documento vero e proprio permettendo anche l’ingresso in locali e l’acquisto di alcoolici senza necessità di esibire il nostro passaporto).

Cosa controllare quando si compra una macchina

Ai fini di evitare una bella cantonata e a meno che non siate geni del motore, il mio consiglio è sempre quello di recarvi ad ispezionare la macchina da acquistare con un meccanico specializzato. Se proprio non potete farlo o non volete spendere i soldi per il consulto, ecco di seguito alcune cose da controllare al momento dell’acquisto, che influiranno anche sul valore della macchina nel momento in cui la andremo a rivendere:

  • NUMERO CHILOMETRI: la macchina è un po’ come un corpo umano, più si va avanti con l’età più le prestazioni diminuiscono. Per quanto un auto possa essere stata tenuta bene, vetture con 400.000kms saranno prossime alla rottamazione (seppure qualcuno vi dirà che Toyota Landcruiser o Nissan Patrol possano continuare ad oltranza senza alcun problema). Il mio consiglio è di mantenersi sempre sotto o intorno ai 300.000kms come limite massimo.
  • ANNO: evitate auto con più di 25 anni sul groppone, un po’ per lo stesso motivo del chilometraggio.
  • LOGBOOK (Servizi): controllate ogni quanti kms sono stati fatti i cambi d’olio e quando è stato effettuato l’ultimo. Tenete conto che generalmente per auto vecchie l’olio va cambiato ogni 10.000kms. In caso di mancanza del logbook controllate almeno il colore dell’olio presente nel motore per farvi un’idea di quando andrà cambiato nuovamente (più un olio è chiaro più è in buona salute e recente).
  • COOLANT (Liquido di Raffreddamento): controllate il livello e il colore del coolant della macchina. Ce ne sono di due tipi, rosso e verde, e i due non andrebbero assolutamente mai mischiati tra di loro.
  • OIL LEAKS (Perdite d’Olio): aiutandovi con una piccola torcia ispezionate il vano motore sia superiormente sia inferiormente. Sarà difficile capire l’entità e la quantità della perdita senza l’aiuto di un buon meccanico, ma ci si può fare comunque un’idea dello stato della macchina in generale (dei miei amici avevano una perdita d’olio così importante che dovevano rimboccare almeno 4 litri di olio ogni 2 o 3 giorni)
  • TYRES (Gomme): vanno controllate le scanalature sulla superficie del battistrada; se queste sono profonde la gomma è in buono stato, quando invece affiorano in superficie e la gomma appare liscia e consumata è invece probabilmente ora di cambiarla.
Moneta tyres gomme
Il “metodo della monetina” è un famoso rimedio faidate per comprendere l’usura del pneumatico.
  • TIMING BELT (Cinghia Di Trasmissione): alcune auto hanno una catena di trasmissione che non va mai cambiata, mentre altre possiedono una cinghia di trasmissione che come regola generale dev’essere sostituita ogni 100.000kms. Chiedete sempre una documentazione relativa perché il cambio di un cinghia di trasmissione è molto oneroso e può comportare gravi danni al motore in caso si rompa durante la marcia.
  • ARIA CONDIZIONATA: controllate che l’aria condizionata funzioni a dovere (a volte va ricaricato il gas con costi di circa 300$).
  • STRUMENTAZIONE ELETTRICA: controllate sempre che tutti i dispositivi elettrici a bordo siano perfettamente funzionanti: finestrini, specchietti retrovisori, radio, luci, indicatori di cambio di direzione etc…
  • CINTURE DI SICUREZZA: controllate che le cinture di sicurezza siano perfettamente funzionanti, in quanto fondamentali anche all’ottenimento del Road Worthy Certificate.
  • TRASMISSIONE: seppur trasmissione automatica o manuale non incida sulle prestazioni della vettura io vi consiglio l’acquisto di una macchina automatica per due motivi: primo, bisognerà tener conto che con una trasmissione manuale le marce saranno posizionate a sinistra, posizione opposta rispetto alle normali macchine guidate in Europa; secondo, molti australiani non sono in grado di guidare macchine manuali (hanno infatti una patenta diversificata per cambio manuale o automatico) per cui l’auto sarà meno appetibile al momento della vendita.
Guida a sinistra macchina
Ricordate che in Australia si GUIDA A SINISTRA: oltre alle marce, anche le leve degli indicatori di direzione e del tergicristallo sono invertite!

Oltre a questi piccoli accorgimenti fate ovviamente un test su strada di circa dieci minuti prima di comprare la macchina, per controllare la funzionalità di freni, volante, accensione, sospensioni e la risposta della vettura in generale sull’asfalto.

Infine, ottenendo il VIN Number del veicolo (numero seriale del telaio, posto in genere o nel vano motore o a lato degli sportelli anteriori) potrete verificare la storia dell’autovettura, se questa abbia avuto incidenti o sia stata rubata, tramite l’utilizzo di particolare siti web come questo.

L’assicurazione

A differenza dell’Italia l’assicurazione non è obbligatoria per circolare, in quanto la registrazione (REGO) include già un’assicurazione chiamata Third-Party Insurance, cioè un’assicurazione di base per danni a terzi che copre danni a persone o altre proprietà.

In caso di viaggi molto lunghi come per esempio un road trip intorno al paese però, vi consiglierei caldamente di sottoscrivere un’assicurazione che copra anche possibili danni al guidatore, ai passeggeri o comunque al vostro veicolo, anche perché in Australia i costi sono abbastanza contenuti ed è possibile pagare o disdire mese per mese. Una tipologia di queste assicurazioni è la Fully Comprehensive Insurance, che protegge anche da furto e incendio.

Per sottoscrivere un’assicurazione è possibile rivolgersi alla vostra banca (Commonwealth, Westpac etc.) o a compagnie assicurative vere e proprie, alcune specifiche per ogni Stato d’appartenenza (Suncorp, RAC WA, RACQ etc.)

Per viaggi in zone remote come l’Outback o il Western Australia consiglio inoltre di sottoscrivere una Road Assistance Insurance, che vi fornisce un’assistenza 24 ore su 24 nello sfortunato caso la vostra auto decida improvvisamente di non funzionare più a causa della batteria scarica, gomme a terra, guasti al motore o altro. Ricordate infatti che i costi dei carroattrezzi, soprattutto se il vostro break down è avvenuto molto lontano da zone abitate, è estremamente salato.

Affittare una macchina o un van in Australia

Seppur affittare un’auto non sia la scelta migliore se si vuole compiere lunghi viaggi intorno al paese, sia ovviamente per una questione di prezzo sia per le restrizioni correlate alla policy delle varie agenzie, per viaggi brevi o su isole come Fraser Island o Tasmania può rappresentare una valida opzione.

Vi lascio dunque una limitata serie di siti web che possono tornare utili per affittare una macchina o un van su territorio australiano (ma anche per esempio, in Nuova Zelanda).

AUTOMOBILI:

  • Hertz
  • East Coast Car Rentals
  • Rentalcars

VAN/CAMPERVAN:

  • Apollo Camper
  • Wicked Campers
  • Jucy
  • Travellers Autobarn

4WD:

  • Brisbane BeachToBeach 4WD Hire: questo sito mi è tornato utile quando ho voluto visitare Fraser Island, l’isola di sabbia più grande del mondo. Offrono solamente piccoli Suzuki Jimny 4×4 ma mi sono trovato davvero bene.

✸ATTENZIONE: Ricordatevi sempre di leggere la policy delle varie compagnie di noleggio, verificando dove possiate guidare (molte compagnie per 4×4 non permettono ad esempio la guida off road), assicurazione, età minima pilota etc…

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *